CC-SCHFI (Italiano)

Authored By

Ercole Vellone, PhD, RN

Assistant Professor in Nursing Science

Department of Biomedicine and Prevention
University of Rome “Tor Vergata”,
Via Montpellier, 1 – 00133 Rome, Italy
Phone + 39 06 72596802 
Fax + 39 0672596961
Mobile + 393387491811
Skype: ercole.vellone
email: ercole.vellone@uniroma2.it

CAREGIVER CONTRIBUTION

TO SELF-CARE OF HEART FAILURE INDEX

Tutte le risposte sono confidenziali

Data ………………..                                                                               Cod ………….

SEZIONE A:

La preghiamo di rispondere alle domande che seguono riferite all’assistenza che fornisce al suo familiare con scompenso cardiaco. Risponda con sincerità, non ci sono risposte giuste o sbagliate.

 

Con che frequenza lei raccomanda alla persona che assiste quanto segue? Oppure se ne occupa lei in quanto la persona che assiste non è in grado di farlo.

 

 

Mai o raramente

Qualche volta

Spesso

Sempre o tutti i  giorni

1.   Pesarsi

1

2

3

4

2.   Controllare se le caviglie sono gonfie

1

2

3

4

3.    Cercare di evitare di ammalarsi (ad es. vaccinandosi per l’influenza, evitare persone malate)

1

2

3

4

4.   Fare un di attività fisica (es. giardinaggio, piccole pulizie domestiche)

1

2

3

4

5.   Rispettare gli appuntamenti per le visite ed i controlli medici

1

2

3

4

6.   Mangiare cibi con poco sale

1

2

3

4

7.   Fare un po’ di ginnastica per 30 minuti al giorno

1

2

3

4

8.   Prendere le medicine prescritte

1

2

3

4

9.   Mangiare cibi con poco sale quando è fuori casa (al ristorante, a casa di amici ecc.)

1

2

3

4

10. Utilizzare un sistema che l’aiuta a ricordare di prendere le medicine? (ad esempio, scrivendo gli orari sulle scatole dei farmaci).

1

2

3

4

 

 

 

SEZIONE B:

Molti pazienti hanno dei sintomi dovuti allo scompenso cardiaco, come problemi di respirazione e caviglie gonfie.


Nel mese scorso la persona che assiste ha avuto problemi respiratori o gonfiore alle caviglie?

(Segnare solo una risposta).

 

0)    No

1)    Si (se ha risposto “no” alla domanda precedente passi alla Sezione C, pagina seguente)

11. Se ha risposto “Si” alla domanda precedente, quanto rapidamente lei che lo assiste ha riconosciuto che i problemi respiratori o il gonfiore alle caviglie fossero dei sintomi dello scompenso cardiaco?

 

 

Non li ha avuti

Non li ho riconosciuti

Non rapida-mente

Abbastanza rapidamente

Rapida-mente

Molto rapidamente

 

N/A

0

1

2

3

4

 

Se la persona assistita ha affanno o caviglie gonfie, con che probabilità lei che lo assiste raccomanda (o mette in atto) uno dei seguenti rimedi?

 

Improbabile

AbbastanzaProbabile

Probabile

Molto

Probabile

12. Ridurre il sale nella dieta

1

2

3

4

13. Bere di meno

1

2

3

4

14. Prendere un compressa di diuretico in più (per urinare di più)

1

2

3

4

15. Chiamare il medico o l’infermiere per chiedere cosa fare

1

2

3

4

 

16. Pensi all’ultima volta in cui lei ha provato uno dei rimedi appena elencati a causa dell’affanno o delle caviglie gonfie.

 

Quanto è sicuro/convinto che il rimedio attuato sia stato utile alla persona che assiste?

 

 

Non ho attuato alcun rimedio

Non sicuro

Poco sicuro

Sicuro

Molto sicuro

 

0

1

2

3

4

 

 

SEZIONE C:

In generale, in riferimento alla persona che assiste, lei ritiene di essere in grado di: 

 

No

Qualche volta

Frequentemente

Quasi Sempre

17. Prevenire l’insorgenza dei sintomi dello scompenso cardiaco?

1

2

3

4

18. Seguire i consigli terapeutici che sono stati dati?

1

2

3

4

19. Valutare l’importanza dei sintomi dello scompenso cardiaco?

1

2

3

4

20. Riconoscere i cambiamenti della salute della persona che assiste?

1

2

3

4

21. Fare qualcosa per alleviare i sintomi dello scompenso cardiaco?

1

2

3

4

22. Valutare l’efficacia dei rimedi attuati?

1

2

3

4